Pillole di Coaching #2. L’incertezza

Reading Time: 2 minutes

Come posso fare a convivere con l’incertezza? Si, perché credo sia ben chiaro che si tratta di un elemento che ci accompagna per tutta la nostra vita.

In questo podcast, pubblicato su SPREAKER, SPOTIFY, GOOGLE PODCASTS e APPLE PODCASTS suggerisco 5 consigli pratici per abbracciare l’incertezza e superarla nei momenti più critici.

Buon ascolto e lasciami il tuo commento.

Trascrizione dell’audio:

Si sta

come d’autunno

sugli alberi

le foglie.

Giuseppe Ungaretti: “Soldati” (L’Allegria, 1918)

In precedenza ho già avuto modo di dire che la vita è un succedersi di momenti positivi e momenti negativi.

La differenze nell’effetto che questi hanno su di noi sta UNICAMENTE nel nostro atteggiamento: come reagiamo agli eventi che accadono nella nostra vita?

L’incertezza è un elemento costante, che si può presentare in qualunque momento e per due motivi:

  1. Motivi esterni: si tratta di imprevisti o di eventi su cui non abbiamo alcun controllo (come l’attuale pandemia di COVID-19)
  2. Motivi interni: si tratta di eventi e pensieri che nascono in noi per cause differenti e causano perdita di sicurezza

Cosa posso fare allora?

Premessa: io sono un COACH e non uno Psicologo. Voglio che questo sia ben chiaro, poiché il mio obiettivo non è quello di “indagare” la mente delle persone, bensì quello di aiutarle a costruirsi un percorso di crescita per ottenere i risultati che si prefiggono.

La mia esperienza personale mi ha insegnato che la maniera migliore per superare l’incertezza è abbracciarla, facendola diventare parte integrante della nostra vita di tutti i giorni.

Ok, ma la domanda rimane: come si può fare? Oggi le persone chiedono indicazioni, non siamo tutti uguali e non abbiamo tutti accesso alle stesse risorse (interne o esterne).

Torno a quanto ho appreso lungo il cammino; ecco 5 suggerimenti pratici che mi sono stati e continuano a essermi molto utili quando l’incertezza prova ad assalirmi:

     a. Chiarisco i miei valori, il mio perché. Qual è il mio scopo nella vita?

     b. Chiarisco i miei obiettivi: cosa voglio realizzare a breve, in 2-5 anni, tra 10 anni?

     c. Predispongo un dettagliato piano d’azione che mi tenga seriamente impegnato.

     d. Dimostro gratitudine per quanto già ho. I risultati già ottenuti sono CERTEZZE indiscutibili!

     e. Controllo il mio dialogo interiore: la solita vocina che ci prova sempre a saltar fuori.

Se sono presente nel QUI ed ORA lei non può prendere forza; e se non prende forza, l’incertezza non vince! PENSA A QUELLO CHE FAI NEL MOMENTO IN CUI LO STAI FACENDO!

Così riesco a mantenere la concentrazione, recuperare più sicurezza e ottenere migliori risultati.

In pratica: rispondo all’incertezza con l’AZIONE!

Fare consolida il mio stato d’animo, aumenta la mia consapevolezza e, quindi, abbatte l’incertezza.

E tu cosa fai quando l’incertezza prova a farsi strada? Fammelo sapere nei commenti.

Massimiliano