Pillole di Coaching #20. La gratificazione ritardata.

Reading Time: 2 minutes

Meglio un uovo oggi o una gallina domani?

Io scelgo un pollaio tra 1 mese…

La trovi su SPREAKER, SPOTIFY, GOOGLE PODCAST e APPLE PODCAST.

Nel nostro viaggio all’interno del mondo delle soft-skills oggi ne incontriamo una tanto particolare quanto fondamentale.

Parliamo infatti di gratificazione ritardata.

Per cominciare, alcuni numeri: forse hai già sentito dire che il 95% delle nuove attività non arriva ai 5 anni di vita; ma forse non sapevi che solo l’1% delle persone realizza i propri obiettivi nella vita, di qualunque natura essi siano.

Perché accade? Naturalmente possono esserci innumerevoli motivazioni, tutte più o meno valide, per cui la stragrande maggioranza dei progetti restano irrealizzati, ma – in verità – una delle cause principali sembra essere, oggigiorno sempre di più, quella del “tutto e subito!”

Il mondo contemporaneo, anche grazie alla tecnologia, ci ha abituati a ottenere in tempo zero molti dei nostri desideri:

  • non mi piace un programma TV? clicco sul telecomando e cambio canale.

E’ un esempio tipico di società “ON-DEMAND”, che decide d’impulso: il nostro cervello viene infatti sopraffatto dalla promessa di dopamina, l’ormone collegato al piacere immediato che mina l’autocontrollo.

Pensa a quanti annunci girano oggi in internet e sui social che ti promettono risultati facili e in poco tempo: diete, investimenti, network.

Tutti meccanismi super-attrattivi perché basati sul concetto della gratificazione immediata

Dopamina, dopamina, dopamina!!!

Un concetto su cui si basa la formazione extra scolastica, quella seria s’intende, è proprio l’opposto: i risultati si possono ottenere solo come conseguenza di impegno costante, determinazione e accettando l’idea della gratificazione ritardata

Questa è frutto non di rinunce, ma di auto-disciplina, di obiettivi chiari e ben costruiti.

Il campionato si vince a Maggio, non a Settembre.

Un’azienda di successo si costruisce in anni di impegno, investendo ogni risorsa nella sua crescita e non certo in auto di lusso, ostriche e champagne.

Una pensione che offra una vita serena si crea in anni di lavoro, risparmi e accantonamenti.

Vivere alla giornata, accontentandosi o bruciando subito le proprie risorse non ci darà mai un futuro solido!

Viviamo in un’era in cui valori come al condivisione e la collaborazione si stanno affermando sempre di più: questo è un grande aiuto per apprendere questa competenza => costruendo progetti in collaborazione rende meno probabile cadere nella tentazione della gratificazione immediata.

Un mindset consapevole e presente, slegato dalla routine, ci aiuta molto a esercitare il necessario auto-controllo: per questo il mio metodo di coaching prevede anche l’insegnamento delle basi della Mindfulness, uno strumento molto potente quando applicato con costanza.

E tu? Cedi spesso alle tentazioni o sai attendere un momento migliore per una soddisfazione ritardata ma certamente maggiore?

Scrivimelo nei commenti…

Massimiliano