Non pensare all’elefante – George Lakoff

Reading Time: < 1 minute

Non pensare all’elefante è un libro che può trarre in inganno.

Mentre lo leggi devi fare una operazione di consapevolezza verso te stesso/a perché rischi di farti condizionare dalle tue opinioni.

Il mio consiglio: metti da parte le tue convinzioni politiche, di qualunque matrice siano; metti da parte il fatto che è stato scritto da un americano e per gli americani.

L’hai fatto? Bene.

Quello che resta è una serie di grande valore di suggerimenti utilissimi per rendere la tua comunicazione più efficiente ed efficace.

Questo è Non pensare all’elefante.

Poi però mettili in pratica…

Leggendolo ti rendi conto di avere sotto gli occhi un vero e proprio masterpiece per chi ama il linguaggio e sceglie di utilizzarlo per far del bene a se stesso e ai propri interlocutori.

Le parole sono uno strumento potentissimo, non lo scopro certo io; posso però dire che da anni cerco di impegnarmi a fare in modo che la mia comunicazione sia chiara e precisa.

Fraintendimenti e contraddizioni sono dietro l’angolo e caderci è cosa di un momento.

Con Non pensare all’elefante penso  di aver trovato un ulteriore strumento che mi aiuti ad essere sempre corretto e chiaro in ciò che penso e che dico.

Adesso però mi procuro il libro di Frank Luntz (che sta politicamente dall’altra parte e fa lo stesso mestiere di Lakoff… ;-), così vedo anche l’altra faccia della medaglia e mi faccio un’idea ancor più chiara).

Il libro lo trovi anche qui: shorturl.at/fvLU2

Massimiliano