Abbiamo tutti una mission. Tu sai già qual'è la tua?
You cannot copy content of this page

Abbiamo tutti una mission. Tu sai già qual’è la tua?

Reading Time: 3 minutes

La consapevolezza è importantissima, a qualunque livello. Un imprenditore per prima cosa stabilisce qual’è la sua mission. Per prima cosa!

Perché hai deciso di fare l’imprenditore? (Qui non conta in che campo). Anzi: lo sai che – pur con una posizione da lavoratore dipendente – sei COMUNQUE imprenditore/ice di te stesso/a?

Il mondo sta profondamente cambiando e la nuova economia richiede autoimprenditorialità e valori di riferimento.

Lo vediamo ogni giorno in molti altri ambiti della vita umana.

Non pretendo certo di mettermi a fare il moralista: penso e scrivo nell’interesse di un progetto specifico legato all’autoimprenditorialità e per quanto mi riguarda, senza valori non ha alcun senso.

LIBERTA’, FAMIGLIA, SPERANZA e RICOMPENSA sono solidi principi e sono principi UNIVERSALI che valgono per qualunque popolo della Terra, per qualunque razza, lingua, religione, cultura e in qualunque ambito occupazionale.

Divulgarli nel nostro intorno permette di creare un movimento il cui valore totale è infinitamente superiore rispetto al valore di ogni singolo componente dello stesso movimento.

I cambiamenti più importanti, quelli irreversibili, avvengono sempre partendo dal basso, dalle radici, e si sviluppano verso l’alto ma molto lentamente!

Un antico detto africano recita così: “ciò che cresce lentamente ha radici profonde”.

La pretesa di cambiare la mentalità e l’attitudine di 8 miliardi di persone è totalmente inutile, credo invece che dovremmo comunque decidere di destinare una piccola parte delle nostre energie al nostro cambiamento e a quello delle persone che incontriamo sul nostro cammino OGNI GIORNO.

Un singolo individuo, per preparato e carismatico che possa essere non può fare tutto da solo, ma può creare un’onda d’urto che poi si propaga per inerzia. Guarda qui: The Ripple

E’ un esempio, ma calza bene.

Se hai deciso di sviluppare un progetto imprenditoriale in qualunque ambito, QUESTO E’ IL TUO COMPITO, la tua MISSION: creare l’onda d’urto.

Il fatto è che, anche se non ce lo presentano così, da quando siamo entrati a far parte della categoria dei lavoratori, siamo automaticamente diventati IMPRENDITORI.

Non solo quelli che hanno la “fabbrichetta”, detentori di Partita IVA con carichi di responsabilità e rischi notevoli soprattutto oggi in Italia, ma imprenditori di noi stessi.

Se capisci questa idea, hai già fatto un ENORME passo in avanti verso i tuoi obiettivi (la tua mission, appunto) e, credimi, otterrai risultati importanti!

Il concetto di imprenditorialità nasce (con significato profondamente differente) con la Seconda Rivoluzione Industriale, verso la metà dell’800, quando finalmente alcune persone capirono che era il caso di investire alcuni capitali e le loro conoscenze per creare attività redditizie.

Normalmente il talento del fondatore era sufficiente: lui sapeva tutto e dava indicazioni ai suoi collaboratori per realizzare le produzioni.
Solo lui aveva in mente il quadro completo, la mission aziendale e questo lo aiutava a detenere il comando.

Non prendermi per il secchione che ti vomita addosso alcune nozioni: stavo ripassando queste cose qualche giorno fa con mio figlio per preparare una interrogazione di Storia, ecco perché le so anch’io…;-)

Vedi, se ci pensi bene, oggi non è più esattamente come 200 anni fa, almeno nelle attività tradizionali.

Infatti falliscono, emigrano cercando costi di produzione più bassi, generano elevati livelli di sofferenza e insoddisfazione, insomma: “sta la crisi”!

Invece non è crisi, ma un profondo cambiamento nella struttura economica e sociale della specie umana.

In questa struttura esistono modelli di successo che cavalcano l’onda di internet, della condivisione (o Sharing Economy o Economia Collaborativa), dell’interdipendenza, del win-win (vincere-a-vincere).

Guidate da principi e valori che le rendono etiche oltre che redditizie.

Le persone che lo hanno capito stanno avendo successo e stanno guadagnando molto bene aiutando altri a farlo.

E’ reale, è possibile e alla portata di tutti.

Non tutti però riusciranno. Non tutti siamo portati per metterci seriamente in discussione, per uscire dalla routine, per decidere di imparare cose nuove.

Cosa farà la differenza? Un solo elemento, sì, uno solo: la FORMAZIONE.

Le nostre conoscenze attuali ci hanno portato dove siamo, e non andremo oltre se non siamo disposti a imparare cose nuove.

Ti dirò di più: per imparare cose nuove oggi abbiamo capito che non deve accadere solo sui libri, ma dalle persone di successo, da coloro che possono darci un buon esempio, da coloro che hanno già percorso un cammino e hanno raggiunto i loro obiettivi.

E’ la potenza della coerenza. Impara da chi è meglio di te in ciò che anche tu vuoi fare.

Tu puoi!

Vuoi approfondire? Compila il modulo CONTATTAMI e potremo incontrarci con l’unico obiettivo di capire come aiutarti a raggiungere i TUOI obiettivi.

seguici sui social network. grazie!
error
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial