Vendere fa schifo se non sai come farlo – Frank Merenda

Su “Vendere fa schifo se non sai come farlo” mi sento di dare un consiglio a chi (venditore, imprenditore o altra categoria di lavoratore serioe e impegnato che sia) non l’avesse ancora acquistato: NON FATELO!

Esatto, state leggendo bene!

Se pensate di sapere tutto:

che il marketing per la vostra azienda non serve,

per vendere basta “battere la strada” con le pagine gialle in mano o suonando campanelli a ripetizione,

o che avere un buon prodotto che costa poco sia più che sufficiente per venderlo,

allora non buttate via i vostri denari.

Lo dico col cuore!

Se invece sei una persona che desidera mettersi in discussione per imparare dai migliori, se hai capito che un problema lo risolvi solo crescendo e migliorando, se ti è chiaro che le nuove tecnologie sono utili – per non dire indispensabili – per le attività commerciali nel XXI secolo (cioè per vendere!), allora compra “Vendere fa schifo se non sai come farlo” e studialo fino ad averlo consumato.

Contiene una ricchezza tale di informazioni, spunti, dritte e consigli che una semplice lettura non può bastare.

Frank – lo “zio” Frank – ha una bella faccia tosta, chiama le cose col loro nome e non ci gira intorno.

Usa appositamente un linguaggio forte, a volte anche volutamente “scorretto” e lontano dal finto buonismo.

Serve a distinguersi rispetto al mare di presunti guru che hanno un ruolo importantissimo nella formazione professionale ma che non hanno assolutamente niente a che vedere con la Vendita (con la “V” maiuscola).

Insomma, un libro da leggere con passione e attenzione, da bersi in un sorso per poi “ruminarlo” un po’ alla volta e farlo diventare proprio.

Nel panorama italiano, relativamente alla formazione imprenditoriale e soprattutto per chi si occupa di vendita, ci voleva una figura così, un messaggio forte e chiaro.

Frank non bada a chiacchiere: ha capito cosa veramente funziona per vendere e, se vuoi davvero aumentare il tuo fatturato, allora vale la pena investire sul costo del libro e sul tempo per leggerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *