A proposito di Libertà: una definizione possibile.

Reading Time: 2 minutes

Libertà è continua, costante, infinita e irrinunciabile ricerca della miglior condizione possibile di se stessi.

E’ la mia definizione, quella che si basa sulla mia personale esperienza e sui miei valori.

In effetti credo che oggi, sulla nostra Madre Terra, ci possano essere circa 8 miliardi di possibili definizioni di Libertà.

Già qualche tempo fa avevo provato a confrontarmi con questo concetto. L’ho fatto in questo post.

Allora ne parlavo in termini di assenza di vincoli, oggi ho capito che si può andare ben oltre.

Tempo fa, appena sbarcato in un aeroporto del Nord Europa per un viaggio di lavoro, mi sono fermato per un caffè al bar (considerando che ho volato al mattino presto, si trattava di un bisogno impellente!); avevo con me un bellissimo libro di Lucia Giovannini, “Il Potere delle Domande”.

La frase finale mi ha colpito quasi più di tutto il libro (utilissimo per me che sono un apprendista formatore): se la tua vita fosse la risposta, quale sarebbe la domanda?

Qual è la TUA definizione di Libertà? Ecco la mia domanda.

Per me la Libertà di una persona – nel mondo di oggi – è strettamente legata all’amor proprio: volersi bene a tal punto da impegnarsi in modo quasi spasmodico a ottenere ogni giorno il meglio da se stessi, per poterlo così offrire a chi ci sta intorno.

“Vallo a dire a chi fatica ad arrivare a fine mese!”; “Spiegalo a chi ancora non può manifestare liberamente le proprie idee!”; “Cosa mi dici di quell* che…!”

La razza umana è irreparabilmente destinata all’estinzione: non siamo assolutamente in grado di convivere con l’idea di R-I-S-P-E-T-T-O.

Se le api si estinguessero, il danno sarebbe irreparabile per tutta la flora e la fauna sulla Terra.

E se il permafrost si sciogliesse (e lo sta facendo), i livelli di CO2 nell’aria si moltiplicherebbero in modo irreparabile.

Se l’uomo si estinguesse, la Natura tornerebbe rigogliosa.

Che ci piaccia o no, è un dato di fatto. Prendere o … prendere!

Forse, e dico forse, un modo per limitare i danni potrebbe essere quello di imparare a vivere con maggiore consapevolezza, cercando costantemente – attraverso il rispetto e l’amor proprio – quella Libertà (nel senso di ricerca della miglior condizione possibile di se stessi).

Questa la mia “sfida” per il 2020 e gli anni a venire. Quale sarà la tua?

Massimiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *